Edilizia ecocompatibile: soluzioni di risparmio energetico per motori ibridi

Grazie alle ultime innovazioni, le imprese edili cominciano per le loro macchine a non dipendere più dal diesel, potendo quindi concentrarsi su energie alternative, efficienza e ambiente.

Il futuro delle macchine edili

Il nostro mondo è un cantiere sempre aperto. Dalle città in continua espansione ai progetti per gli angoli più remoti del pianeta, costruiamo il futuro. Tuttavia, assieme alla popolazione mondiale, cresce la preoccupazione non solo per cosa costruiamo, ma anche per il modo in cui lo facciamo. Le sfide da affrontare per ottenere condizioni di lavoro sicure, limitare l’impatto sull’ambiente e aumentare l’efficienza sono trasversali e interessano ogni clima, suolo o governo. Individuare soluzioni valide in qualsiasi città, nazione, continente o clima deve essere l’obiettivo delle imprese edili, in modo che non svolgano soltanto un buon lavoro, ma riducano anche al minimo l’impatto energetico e ambientale delle proprie attività.

I livelli di rumore e le emissioni delle macchine edili sono motivo di turbamenti particolari, per questo si sta passando sempre di più dall’utilizzo dei tradizionali motori alimentati con combustibili fossili, come il diesel, ad alternative più pulite e meno rumorose.

Sebbene per le macchine edili più piccole siano già disponibili e in uso tecnologie di alimentazione elettrica esclusivamente a batteria, per i macchinari di maggiori dimensioni, che prevedono più necessità diverse, le capacità di questa tecnologia non risultano ancora soddisfacenti. Per fare meno affidamento sui combustibili fossili per la produzione di energia, risulta quindi necessario adottare delle soluzioni ibride valide.

I progetti di realizzazione di un complesso di uffici, un giardino pubblico, una biblioteca o una scuola vengono generalmente accolti con entusiasmo durante le riunioni cittadine; la reazione è tuttavia molto più moderata, quando si parla di costruire questo tipo di proprietà all’interno delle città.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here