Le strutture pneumatiche: coperture e attrezzature

Alcuni esempi di applicazioni della pneumatica nel campo delle costruzioni e dei cantieri, con particolare attenzione agli impieghi nella realizzazione di ardite costruzioni ad alta efficienza strutturale e nell’utilizzo in pratiche di costruzione di manufatti in calcestruzzo. Si descrivono inoltre progetti di strutture pneumatiche per operazioni in ambiente marino.

Le strutture leggere

L’esigenza per le strutture di una sempre più grande flessibilità, di reversibilità nell’utilizzo e di dinamicità progettuale hanno portato alla definizione di sistemi arditi, in grado di raggiungere punte di efficienza che si manifestano in fattori come la grande capacità di coprire luci ampie, la massa limitata, gli alti carichi sopportabili in diverse configurazioni, l’elevata rigidezza, la componibilità e la rapida messa in opera.

La capacità progettuale di conferire leggerezza alle strutture nasce dalla possibilità di utilizzare materiali e tecniche innovative in grado di offrire al professionista nuovi mezzi per raggiungere traguardi ambiziosi, che realizzino rapporti tra forma, struttura e materia capaci di esprimersi in realtà di alto valore ingegneristico.

Tecnologia, conoscenza di strumenti progettuali ed evoluzione del pensiero ingegneristico hanno generato una dinamica di liberazione dalla pesantezza materiale della forma strutturale, in ogni campo. Questa smaterializzazione ed alleggerimento trae un impulso forte dalle esigenze dell’affermazione di una logica industriale, ottenendo il felice risultato di un alleggerimento tanto materiale quanto percettivo, basandosi su una virtuosa e progressiva specializzazione progettuale, funzionale, tecnica ed espressiva delle parti che compongono la struttura nel suo insieme.

La prefabbricazione dei prodotti, la coordinazione modulare e l’ottimizzazione dei tempi e costi di trasporto e lavorazione sono l’arma vincente di queste strutture leggere. A queste doti fanno da contraltare le necessità rappresentate da una elevata precisione costruttiva, un’attenzione al dettaglio ed un rigido approccio compositivo. Rigore, precisione, controllo, sono alla base del progetto di numerose realtà della cultura tecnica della costruzione che utilizza materiali innovativi.

Una nuova progettazione delle strutture, basata su fondamenti progettuali di temporaneità, reversibilità e dinamicità, si manifesta con il montaggio di componenti costruttivi definiti, dotati di una propria autonomia funzionale. Alla base di tale approccio si pongono l’impiego di sistemi, che possono essere telai o pannellature, come anche intere sottostrutture con tecnologie tra le più diverse, con l’utilizzo di soluzioni pneumatiche o a memoria di forma o, ancora, di involucri di pannellature.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here