Innovativi banchi prova da Hydro+Power e Bosch Rexroth

Nuovi e innovativi banchi prova a impulsi BCI 1000ES, per soddisfare l’esigenza dell’azienda moderna, sempre più connessa sono stati realizzati grazie alla partnership tra Hydro+Power e Bosch Rexroth. Si tratta di un progetto in linea con il rinnovamento del layout produttivo in logica Industry 4.0 e Connected Hydraulics. Hydro+Power è un marchio nato dalla sinergia tra O+P, azienda specializzata nelle attrezzature per le condotte oleodinamiche con un fatturato 2018 di 13 milioni di euro e più di 120 prodotti a catalogo, e Brescia Hydropower, società attiva nella realizzazione di impianti oleodinamici e nella loro assistenza. La principale attività di Hydro+Power riguarda la progettazione e la realizzazione di sistemi di collaudo, utilizzabili sia per test di laboratorio, sia per il collaudo di linee produttive: è una concreta soluzione per la realizzazione di banchi prova per componenti per la filtrazione di liquidi, componenti fluidodinamici e meccanici.

Vincere le sfide dell’Industria 4.0

Per soddisfare le esigenze del mercato, Hydro+Power si è posta importanti obiettivi: innalzare le prestazioni delle proprie macchine, rendere più performanti i banchi impulso, intraprendere un percorso con un’impronta green e migliorare il processo produttivo a livello aziendale. Per affrontare queste sfide l’impresa si è rivolta a Bosch Rexroth. «La collaborazione con Bosch Rexroth parte da lontano», spiega Emiliano Portieri, sales & project manager Hydro+Power. «Hydro+Power ha sempre avuto fiducia dei prodotti Rexroth, grazie all’ampio portafoglio e all’attento supporto dei suoi specialisti. È un partner valido che ti sostiene fin dal progetto, è un conforto, una rassicurazione, una conferma e una garanzia per poter arrivare in fondo agli obiettivi». Riccardo Patat, sales product manager Industrial Hydraulics di Bosch Rexroth, aggiunge: «Il banco prova a impulsi BCI 1000ES è il frutto di questa sinergia. E la valvola proporzionale 4WRLE, utilizzata per controllare l’onda di pressione desiderata, ne è il cuore pulsante». Queste tipologie di macchine sono pronte per l’Industry 4.0 e si integrano nel layout produttivo del cliente, consentendo di registrare dati utili per un’eventuale manutenzione predittiva.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here