Oggi l’oleodinamica contribuisce tecnologicamente all’automazione della fabbrica tramite sistemi intelligenti per l’acquisizione dati, l’efficienza e la sostenibilità. Scopriamo le soluzioni di Hydac.

Nell’evoluzione dell’offerta di Hydac il connubio di idraulica ed elettronica ha avuto un ruolo primario che dal singolo componente ha portato a sistemi intelligenti per la regolazione degli azionamenti, la manutenzione, la connettività e il dialogo delle diverse parti dell’impianto. I sistemi idraulici ed elettroidraulici integrati per la filtrazione intelligente, gli smart sensor e il Kynesis +, sono solo alcune delle soluzioni smart di Hydac che sposano l’automazione dei processi e la meccatronica.

Le soluzioni smart di Hydac

L’ampia gamma di smart sensors di HYDAC è stata sviluppata con la tecnologia smart sensing che impiega i principali protocolli di comunicazione industriale e ne sfrutta le logiche per un impiego ottimizzato e 4.0. Ciò consente di ottenere in maniera automatizzata e con tassi di errore considerevolmente ridotti i dati d’impianto.

Il Contamination Sensor (CS) che rileva la contaminazione solida (secondo le normative ISO, NAS e SAE), l’Aqua Sensor (AS) che indica la saturazione di acqua nell’olio, l’Hydac Lab (HLB) che informa circa l’invecchiamento del fluido ne rappresentano alcuni esempi. Non da ultimo il Virtual Fluid Lab (VFL), il neonato sensore in casa Hydac, che tramite un algoritmo interno, indica la vita residua di un elemento filtrante in ore e così consente di sostituire la cartuccia solo ad effettiva necessità: sicurezza, riduzione degli sprechi, riduzione consumi energetici e sostenibilità.

Dalla manutenzione alla sostenibilità d’impianto

L’acquisizione di informazioni attraverso sensoristica è il primo anello dell’evoluzione che apre molteplici strade all’automatizzazione e ottimizzazione dei processi d’impianto che contribuiscono alla business continuity: dalla manutenzione, al controllo da remoto, sino all’efficienza energetica e sostenibilità di impianto.

Le unità di filtrazione Smart di Hydac sono state progettate per offrire una soluzione volta alla manutenzione predittiva intelligente. Trovano impiego nel trasferimento e filtrazione di oli da fusti commerciali a serbatoi, flussaggio e manutenzione dei fluidi e in molte altre applicazioni. Si tratta di dispositivi portatili e di semplice impiego che, oltre a garantire le massime performance in termini di pulizia, possono essere direttamente connesse alla rete aziendale, quindi al proprio PC o altri dispositivi.

La versione standard in funzione delle specificità e necessità del cliente può essere configurata come un sistema ex novo ed essere integrata con sensori e unità elettroniche per il controllo e la gestione dei dati dell’impianto e completata da sistemi per l’automazione e la connettività.

L’adozione di un’unità di controllo, attraverso con la gestione degli output dei sensori e l’implementazione di logiche di funzionamento, rende autonomo ed efficiente il sistema; in una parola, automatizzato. Ad esempio, a target raggiunto, l’unità potrà interrompere automaticamente il flussaggio evitando l’intervento di un operatore e consumi energetici inutili.

L’unità può essere, inoltre, dotata dell’interfaccia visiva e di settaggio dei parametri di funzionamento SMU (Sensor Monitoring Unit) in grado, inoltre, di archiviare i dati in output dai sensori ed estrarli su pc o chiavetta per essere analizzati con i comuni programmi (ad esempio Excel). Non da ultimo, il dispositivo CSI B 2 permette di connette l’unità di filtrazione al PC e, tramite il software FluMoS, di ottenere grafici temporali delle grandezze di interesse in real time. Infine, l’App FluMoS consente il monitoraggio del sistema e la possibilità di scaricare e condividere via e-mail le misure rilevate da smartphone e tablet.

In breve

Le soluzioni smart di Hydac sono molteplici: nell’ambito dell’azionamento oleodinamico, per il controllo intelligente del movimento, troviamo la piattaforma KineSys Data+ di Hydac che facilita lo scambio di dati tra controllori logici programmabili (PLC), interfacce uomo-macchina (HMI), server, client e altri macchinari. Il sistema hardware della piattaforma è in grado di raccogliere dati di processo e diagnostica rilevati dalla macchina o dal sistema produttivo a cui è connessa.

I vantaggi per l’impresa sono tangibili, in quanto il monitoraggio continuo contribuisce in maniera al mantenimento di elevati livelli di produttività ed efficienza. L’approccio di Hydac all’automazione e alla meccatronica è volto alla totale integrazione di idraulica ed elettronica.

Per queste ragioni i tecnici di Hydac affrontano le sfide progettuali dei clienti con soluzioni semplici ma di ingegneria complessa, su misura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here