Bonfiglioli: risultati solidi durante un 2020 impegnativo

Il CEO di Bonfiglioli Fausto Carboni.

I commenti del CEO di Bonfiglioli Fausto Carboni: Corporate Performance Bridging 2019, risultati solidi durante un 2020 impegnativo

In occasione dell’evento digitale dedicato al lancio delle due nuove linee di prodotti, Evox e Axiavert, rispettivamente motoriduttore coassiale e inverter di frequenza, il CEO di Bonfiglioli Fausto Carboni apre la presentazione elencando e commentando alcuni fatti e cifre che hanno contraddistinto il 2019 vissuto dall’azienda. Nel 2019 Bonfiglioli ha registrato il fatturato più alto di sempre, con 973 milioni di euro (+6,7%) ed EBITDA all’11%, in linea con i tre anni precedenti. Nel corso del 2019 sono stati attuati investimenti significativi, con investimenti in conto capitale pari a 62,4 milioni di euro, che sono andati a completare un ciclo di investimenti di oltre 170 milioni di euro avviato nel corso dell’ultimo triennio.

In tutte le macroaree geografiche si è registrata una crescita, in particolare nel continente americano, con un tasso del 20% circa. Nel 2019 il business extra-europeo ha rappresentato quasi il 50% del fatturato complessivo di Gruppo.

  • Nel 2019 Bonfiglioli ha completato la costruzione e avviato il funzionamento del nuovo impianto produttivo EVOlution (EVO) con sede a Bologna, composto da 2 impianti accorpati e caratterizzato da una riprogettazione completa di struttura, processo e competenza, grazie ad una massiccia integrazione di tecnologie 4.0.

Inoltre, nel 2019 BMR, la società Bonfiglioli che si occupa di ricerca meccatronica e di sistemi con sede a Rovereto, ha esteso la sua attività in un nuovo edificio di 6.000 m2, capace di ospitare anche sale di sviluppo e test IoT.

Per migliorare la propria affidabilità e l’innovazione sul mercato, Bonfiglioli, ben radicata in India da oltre 20 anni, ha esteso le proprie attività di R&S nel Paese, dando vita a un laboratorio di realizzazione di prototipi per la simulazione del ciclo di lavoro dei riduttori Yaw e Pitch per turbine eoliche, nonché per i riduttori per macchine da costruzione.

L’innovazione è da sempre parte del modus operandi di Bonfiglioli. Nel 2019 Bonfiglioli è diventato capofila di IoTwins, uno dei programmi di ricerca più importanti nell’ambito di Horizon 2020: Programma Quadro UE per la Ricerca e l’Innovazione. IoTwins sta per “Digital Twin” dei processi industriali, allo scopo a valutare in anticipo, in una realtà virtuale, pregi e difetti dei processi industriali che saranno poi applicati alle produzioni.

Un 2020 diverso rispetto alle previsioni

Il 2020 si è rivelato diverso rispetto alle previsioni; la Cina ha dato il primo segnale drammatico di COVID-19 all’inizio dell’anno, con il resto del mondo che l’ha seguita a ruota da 2 a 3 mesi dopo, con effetti sulle persone, sulla società e sul business.

Bonfiglioli ha reagito facendo della salute e della sicurezza dei propri collaboratori una priorità. La distanza tra le persone è stata garantita attraverso la ristrutturazione e la ri-mappatura di processi e flussi in officine, uffici, mense e spazi comuni, nonché attraverso turni differenziati e massiccio ricorso allo smart working. Inoltre, in tutte le sedi Bonfiglioli, al fine di garantire il più possibile la salute dei collaboratori e la continuità dell’attività, sono stati messi a disposizione materiali e mascherine di protezione, sono state attuate routine di disinfezione e per tutti i dipendenti sono state organizzate sessioni di formazione e informazione su come comportarsi.

Il commento di Fausto Carboni

Fausto Carboni, CEO di Bonfiglioli commenta: “I lockdown e le restrizioni hanno avuto un impatto pesante sull’andamento economico dell’azienda. Nel mese di aprile abbiamo registrato un risultato ampiamente negativo in Europa e Nord America. La Germania è l’unica che ha ottenuto prestazioni in linea con l’anno precedente. Aprile è stato ancora peggiore in India, perché il Paese è stato completamente paralizzato a causa di un lockdown molto rigido e blocchi dei trasporti intra-statali. Una storia completamente diversa è quella della Cina, dove, dopo i primi due mesi dell’anno più deboli, si è registrata una crescita a ritmi superiori del 40% rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente. A partire da giugno 2020, la quantità di ordini è stata significativamente superiore e ad agosto la peformance aziendale totale è stata superiore del 13% rispetto ad agosto 2019. In tutti i Paesi si è registrata una notevole ripresa del fatturato nel mese di agosto; la Cina ha aumentato il suo tasso di crescita a oltre il 60%, l’India ha raggiunto una crescita del 10%, mentre le economie occidentali, nonostante risultati di gran lunga migliori, sono ancora in difficoltà, ad eccezione della Germania, in aumento del 40%. Il mercato dei generatori eolici rappresenta uno dei fattori di crescita più importanti.”