Cresce l’attenzione verso la sostenibilità

Nel primo trimestre del 2021 gli imprenditori italiani sono più ottimisti rispetto al luglio 2020, continuano a credere in se stessi e hanno più fiducia in relazione allo scenario attuale. Inoltre cresce l’attenzione verso la sostenibilità. Questo è quanto emerge dal nuovo Osservatorio MECSPE presentato in occasione della Milano Digital Week, nel corso dell’evento virtuale dal titolo “MECSPE – La Fabbrica senza limiti, digitale e sostenibile: il ruolo delle imprese nella trasformazione delle città, all’insegna della transizione “verde” 4.0”. L’indagine è stata condotta da GRS Ricerca e Strategia su un campione di 1.032 aziende italiane del settore manifatturiero. Il processo di trasformazione industriale oggi si muove verso la sostenibilità. Nonostante le difficoltà del periodo, negli ultimi mesi il 31% delle aziende intervistate dichiara che la sensibilità al tema è aumentata e di avere implementato processi volti alla sostenibilità nella propria azienda. Tra gli aspetti su cui le imprese stanno puntando maggiormente, al primo posto c’è la riduzione dei consumi (42%), ma anche l’attenzione all’inquinamento e all’impatto ambientale (36%), insieme a un orientamento crescente verso l’eco-sostenibilità dei prodotti (17%).

Nel piano per il 2021, le aziende dichiarano che investiranno in ricerca e innovazione, ambito che si conferma ancora una volta fondamentale per reagire alla crisi. Questo quadro coinvolge per il 52% i rispondenti intenzionati a destinare entro l’anno una quota fino al 10% del proprio fatturato (era il 46% a luglio 2020), mentre il 19% si spingerà oltre, tra l’11% e il 20%. Analizzando nel dettaglio le tecnologie su cui ci si orienta maggiormente, in testa ritroviamo il ruolo primario della sicurezza informatica (22%), seguita da robotica collaborativa (19%), produzione additiva (17%) Internet of things (16%), cloud computing (13%), simulazione e intelligenza artificiale (10%), Big data al 9% e realtà aumentata/virtuale e materiali intelligenti all’8%. In coda le nanotecnologie, introdotte entro l’anno solo dal 4% delle imprese campione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here