Un fondo regionale per aziende in crisi

crisi

La Regione Lazio, già nel 2019, ha istituito il fondo rotativo regionale per il recupero delle aziende in crisi (Fondo WBO), finalizzato a sostenere operazioni per il recupero di aziende in crisi da parte di cooperative costituite da dipendenti o ex dipendenti (cd. Workers Buyout).

L’Avviso Pubblico rivolto alle imprese che possono beneficiare degli interventi del Fondo WBO è pubblicato da CFI sul BURL n. 94 del 5 ottobre 2021 – Sezione privati.

Finalità del fondo

Lo strumento consiste in un finanziamento agevolato – a tasso zero – e ha la finalità di sostenere l’acquisizione di aziende in crisi o oggetto di delocalizzazione, da parte dei dipendenti dell’impresa organizzati in forma cooperativa.

Cosa può finanziare

Il Fondo WBO, in particolare, finanzia l’affitto o l’acquisto di aziende, rami d’azienda o complessi di beni e contratti da parte di società cooperative costituite da lavoratori dipendenti dell’azienda in crisi o oggetto di delocalizzazione.

A tale scopo sono stanziati 8.000.000 di euro.

Spese ammissibili e finanziamento concedibile

Sono ammissibili le spese inerenti all’attività d’impresa.

Il finanziamento è pari al 100% dei costi ammissibili; l’importo minimo è pari a 20.000 euro. L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso zero ed è concessa ai sensi e nei limiti dei Regolamenti UE n. 1407/2013 (de minimis).

Modalità di erogazione ed eventuali garanzie sui beni oggetto dell’investimento saranno fissate dalla delibera di concessione, in base alle caratteristiche del progetto industriale presentato.

Modalità di accesso allo strumento e scadenze

La procedura è a sportello e si attiva con la presentazione della domanda e della relativa documentazione a corredo.

L’apertura dello sportello è avvenuta il 20 ottobre 2021.

Scadenza: 1° luglio 2029.

Per saperne di più: http://www.lazioeuropa.it/bandi/fondo_rotativo_regionale_per_il_recupero_delle_aziende_in_crisi_wbo-808/

A cura di Simone Finotti