Orbiter, un centro di tornitura per il futuro

La collaborazione tra Mitsubishi Electric e Syntax, casa torinese che opera nel settore delle macchine utensili speciali, automazione e unità di assemblaggio, ha permesso di realizzare un innovativo centro di tornitura, presentato in occasione di MECSPE 2022.

Syntax fornisce supporto tecnico alle imprese sulle più recenti tecnologie da applicare ai sistemi produttivi, offrendo soluzioni “chiavi in mano” che vanno dalla progettazione al sistema completo in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza industriale.

Grazie alla continua ricerca di soluzioni innovative, Syntax ha realizzato una macchina di nuovo ed esclusivo concetto: il centro di tornitura Orbiter. Si tratta di un tornio orbitante, dove i classici assi lineari sono sostituiti da assi rotanti e motori torque. L’obiettivo del progetto è quello di aumentare la camera di lavoro senza compromettere la dimensione macchina e, contestualmente, permettere l’inserimento di accessori come teste di dentatura, fresatura, contromandrino. La camera di lavoro di 270° consente tale attività e, nella maggior parte dei casi, permette di completare le lavorazioni su tutti i lati del pezzo. La sua particolare conformazione annulla le deformazioni derivanti dalle variazioni termiche, una caratteristica che garantisce alti indici di ripetibilità e rigidezza.

Competenze complementari

Parte integrante e determinante per il funzionamento della macchina è il controllo numerico della serie M8 di Mitsubishi Electric. «Grazie alla collaborazione con questo importante gruppo e, in particolare, alla competenza e al know how dei suoi tecnici che hanno sviluppato gli algoritmi necessari al funzionamento orbitale, siamo riusciti a progettare e costruire questo nuovo concetto di macchina, che presentiamo in occasione della fiera MECSPE», ha commentato Pier Angelo Cerva, titolare di Syntax.

Paolo Soroldoni, manager della divisione Mechatronics CNC di Mitsubishi Electric Italia, ha aggiunto: «La partnership tra le nostre società ha reso possibile lo sviluppo di una macchina innovativa che non ha precedenti sul mercato. L’ambiziosa sfida è stata vinta grazie alle idee di Syntax e alle performance delle soluzioni Mitsubishi Electric, unite alla competenza dei nostri ingegneri. Insieme a Syntax, abbiamo formato un team vincente dedicato alla realizzazione di Orbiter, una macchina all’avanguardia, che anticipa le sfide del futuro».