Catene portacavi al posto dei festoni

Per le gru portuali, Kabelschlepp consiglia catene portacavi ibride con bande di maglia in poliammide e traversini in alluminio resistenti all’acqua marina

Elevate velocità e accelerazioni, corse lunghe e, non ultimo, condizioni ambientali estreme: le catene portacavi progettate per le gru portuali devono essere in grado di soddisfare le molteplici esigenze che questo tipo di applicazioni richiedono. Le catene portacavi robuste e durevoli di Kabelschlepp lo possono fare, in piena affidabilità e senza intoppi.

Catene portacavi al posto dei festoni

Le catene portacavi per le gru sono un segmento chiave di business per Tsubaki Kabelschlepp. Gli esperti hanno acquisito la consapevolezza che le catene portacavi nell’industria delle gru sono una valida opzione percorribile, anche e specialmente per le gru portuali, da sempre dominate dai sistemi tradizionali a festoni. Gli utenti stanno ripensando al loro approccio a questi sistemi e a ragione. Prima di tutto, la catena portacavi può essere installata per gestire tutti i tipi di conduttori, siano essi cavi, tubi e linee a fibra ottica. Un ulteriore vantaggio chiave è il design salvaspazio: la catena portacavi viene installata direttamente sotto la trave principale e il sistema ha un’altezza di meno di un metro. Non vi sono fasci di cavi sospesi che possono interferire con la struttura in acciaio della gru. E, parlando di fasci di cavi in caso di festoni: il cavo deve avere una struttura extra in acciaio che lo protegga, la cui lunghezza deve essere di circa il dieci percento della lunghezza della corsa. Tutto ciò non è necessario quando si parla di catene portacavi: la fine della trave della gru corrisponde anche alla fine della catena portacavi. Questo significa che, per le catene portacavi, le lunghezze dei cavi da alloggiare, sono più brevi.

Risparmiare tempo e denaro

La catena portacavi viene movimentata dal carrello della gru e il sistema di guida addizionale richiesto in molti sistemi a festoni non serve più. Non è più neanche necessario sincronizzare il carrello della gru con il sistema di guida dei cavi. Tutto ciò ritorna a vantaggio dell’utilizzatore che risparmia tempo e denaro: i sistemi con le catene portacavi richiedono poca manutenzione e ancora meno lubrificazione, e non ci sono rulli o funi elastiche da sostituire. Se necessario si sostituiscono i cavi senza particolari interventi. Da non sottovalutare inoltre il fatto che le catene portacavi causano meno stress meccanico ai cavi.

Il design robusto delle catene TKHD assicura una lunga durata del sistema persino in ambienti applicativi estremi

I festoni sono sempre in movimento persino quando la gru è ferma, il movimento è causato dal carrello, dal movimento del gantry e chiaramente dal vento. Questo rappresenta un costante carico meccanico a cui i cavi sono sottoposti. Con le catene portacavi, questa situazione non si verifica mai: i cavi vengono alloggiati all’interno della catena, che si muove in avanti e indietro senza stressare i cavi. Inoltre, è possibile determinare i raggi di curvatura per le catene portacavi in funzione delle curvature dei cavi, cosa impossibile da realizzare con i festoni.

Catene portacavi specifiche per le gru portuali

Per le gru portuali, Kabelschlepp raccomanda l’impiego delle catene portacavi ibride, che consistono in bande di catena in poliammide e traversini in alluminio resistenti all’acqua marina. Questi traversini in alluminio hanno proprietà migliori in termini di scorrevolezza rispetto ai traversini in poliammide rinforzato con fibra vetro. Ciò significa avere a disposizione larghezze di catene variabili invece di larghezze fisse.

Le catene con rulli sono una soluzione ideale per carichi aggiunti elevati e corse lunghe

Per le gru a cavalletto su gomma (RTG), gru a cavalletto su rotaia, (RMG), e gru a cavalletto di stoccaggio automatiche (ASC), le catene della serie M con pattini di scorrimento sono una valida opzione, in combinazione con i cavi della serie Traxline 700 (PUR) or 1000 (TPE). Con questo sistema, anche la manutenzione è incredibilmente semplificata: se necessario, l’utilizzatore può semplicemente sostituire i pattini usando un cacciavite standard, un’operazione che richiede pochi secondi. Una volta sostituiti i pattini l’intero sistema portacavi risulta virtualmente rimesso a nuovo.

Tsubaki Kabelschlepp può testare le sue soluzioni RSC utilizzando il suo impianto per i test outdoor in Germania

Ottima scelta per le gru da banchina, dette ship-to-shore (STS), sono le catene portacavi in versione heavy-duty con rulli (RSC). La linea di prodotti Kabelschlepp offre le catene serie TKHD: sono estremamente robuste e resistenti e quindi particolarmente adatte all’industria delle gru con lunghe corse di spostamento. Il design solido delle catene TKHD garantisce una lunga durata del sistema anche in condizioni applicative estreme. Lo scorrimento silenzioso viene assicurato dalla presenza di ammortizzatori integrati, che lavorano costantemente sia sul raggio di curvatura che sulla lunghezza della catena nel tratto diritto, il passo corto di 90 mm e la forma esterna ottimizzata nell’effetto poligonale supportano la movimentazione fluida della catena. Con una altezza interna di 87 mm, la larghezza della serie TKHD può essere adattata in modo esatto allo spazio disponibile: i traversini in alluminio consentono un incremento di 1 mm in larghezza. La suddivisione in verticale della sezione interna della catena mediante separatori è molto flessibile. Un ulteriore vantaggio per l’installatore è rappresentato dall’apertura dei traversini sul lato inferiore e superiore della catena.

Sistema RSC con corsa di 300 m

Le catene portacavi con rulli sono una soluzione ideale per i pesi aggiunti elevati e le corse lunghe. Per questa ragione Kabelschlepp ha scelto queste catene in un progetto recente, installando il sistema RSC in un porto privato di una società di fertilizzanti sull’isola del Borneo e nello specifico sulla traversa di un nuovo sistema di gru usato per il carico e lo scarico di navi.

Tsubaki Kabelschlepp ha progettato una sistema con catena e cavi per una corsa di 260 metri per un produttore indonesiano di fertilizzante

Valutando sia la corsa lunga che il pacchetto cavi da guidare, si è subito deciso di proseguire con l’applicazione di una catena con rulli. In contrasto con i sistemi combinati di scorrimento/rulli già disponibili sul mercato, il tratto superiore del sistema RSC di Kabelschlepp non tocca mai il tratto inferiore.

Il tratto superiore della catena infatti scorre su una guida mediante rulli con cuscinetti a sfera che non richiedono manutenzione. Dal momento che il sistema implica solo basse forze di spinta /trazione, l’usura fra le giunzioni perno/foro della catena si riduce al minimo. Ciò contribuisce virtualmente ad escludere espansioni non volute su tutto il sistema e nessun carico aggiunto agisce sui cavi guidati in catena. Le forze di spinta/trazione contenute consentono inoltre di ridurre in modo significativo la potenza di azionamento richiesta e di conseguenza la potenza di azionamento in uscita. Tutti i sistemi RSC si basano su catene portacavi standard di Kabelschlepp, in questo caso la MC1300 – una catena portacavi multivariabile, estremamente stabile, progettata in particolare per applicazioni sulle gru, i cui traversini in alluminio sono resistenti all’acqua marina.

Dal settembre 2015, questo sistema portacavi continua a funzionare con successo presso il porto di Pupuk Kaltim sull’isola del Borneo

Una delle ragioni per le quali Kabelschlepp è riuscita ad aggiudicarsi questo progetto è perché i suoi ingegneri testano i sistemi costantemente sull’impianto di test outdoor, installato presso la sede in Germania, in modo da offrire il massimo della qualità in ogni momento. Su questo impianto è possibile simulare in automatico corse di oltre 100 metri e velocità sino a 5 m/s. Si eseguono numerosi test di sistemi di scorrimento in simultanea con soluzioni RSC, costantemente, sette giorni su sette, persino in condizioni esterne estreme, in inverno, sotto il sole diretto o pioggia scrosciante. In questo modo si replicano le stesse condizioni applicative a cui devono sottostare realmente le catene portacavi una volta installate sulle gru portuali o in simili scenari.