Barriera fotoelettrica di sicurezza per la protezione dito

Condividi

Per applicazioni in cui sono richieste distanze di sicurezza estremamente ridotte, vengono impiegate le barriere fotoelettriche di sicurezza PSENopt Pilz. Grazie ai tempi di risposta rapidisono la soluzione ideale per le applicazioni di protezione dito e possono essere posizionate molto vicino al punto pericoloso. Con una risoluzione precisa, il sensore rileva il dito e rilascia immediatamente un comando di disattivazione di sicurezza. In questo modo è possibile installare la barriera fotoelettrica di sicurezza molto vicino alla zona pericolosa. Ideale per applicazioni con zone di intervento aperte o per quelle aree in cui si deve operare direttamente nella zona pericolosa.

In combinazione con il sistema di sicurezza compatto PNOZmulti 2 Pilz, si realizza una soluzione completa, sicura ed efficiente per la propria applicazione, dai sensori passando per il sistema di controllo fino alla valutazione del rischio e alla dichiarazione di conformità.

Barriera fotoelettrica di sicurezza PSENopt – Versatilità nelle opzioni di utilizzo

Con le barriere fotoelettriche di sicurezza PSENopt slim e PSENopt Advanced Ã¨ possibile implementare in modo ottimale le applicazioni di protezione dito. Grazie alla struttura compatta e alla funzione di collegamento in cascata integrata, PSENopt slim può essere integrata con assoluta semplicità anche in impianti in cui lo spazio è ridotto. PSENopt Advanced offre funzionalità ampliate, come muting, blanking e collegamento in cascata ed è estremamente versatile per quanto riguarda il suo impiego.

  • Possibilità di implementazione in applicazioni fino a PL c (tipo 2) e PL e (tipo 4) secondo EN ISO 13849-1
  • Funzioni ampliate come muting, blanking, collegamento in cascata
  • Più sicurezza grazie all’assenza di zone morte
  • Montaggio, installazione e messa in servizio semplici e veloci
  • Grazie all’accessorio tubo in acrilico (PMMA), protezione per requisiti stringenti di classe di protezione IP

Barriera fotoelettrica di sicurezza PSENopt II – Robusta e resistente

La particolare robustezza delle barriere fotoelettriche di sicurezza PSENopt II garantisce un’efficace protezione contro urti, collisioni e vibrazioni e sono quindi idonee anche per l’impiego in ambienti industriali gravosi.

Oltre alle barriere fotoelettriche di tipo 4 per applicazioni fino a PL e, la barriera fotoelettrica di tipo 3 consente l’impiego in applicazioni fino a PL d. E questo in qualità di prima barriera fotoelettrica di sicurezza di tipo 3 al mondo con certificato UL!

  • Resistenti agli urti fino a 50g
  • Resistenti a inquinamento causato da polvere e sporco
  • Range di temperatura compreso tra -25°C e +60°C
  • Implementabili in applicazioni fino a PL d (tipo 3) e PL e (tipo 4) secondo EN ISO 13849-1
  • Più sicurezza grazie all’assenza di zone morte (eccezione: altezza campo protetto 150 mm)
  • Collegamento: ricevitore e trasmettitore rispettivamente 1 x Pigtail M12, 5 poli
  • Dimensioni: 35 x 40 mm
  • Possibilità di installare più dispositivi direttamente adiacenti grazie alla codifica
  • Possibilità di realizzare applicazioni di muting con i bracci muting disponibili
  • Cablaggio e montaggio semplici

Per entrambi i gruppi di prodotti PSENopt e PSENopt II è disponibile una vasta scelta di accessori che spazia tra specchi deviatori e colonne specchio fino a includere i bracci di muting. Nella sezione Tecnica e tecnologia di collegamento è possibile trovare cavi, connettori e adattatori per ogni esigenza. Trova subito quello più adatto alle tue esigenze!

I vantaggi delle barriere fotoelettriche di sicurezza

  • Tempi di risposta rapidi
  • Spazio ridotto e sicurezza
  • Campo di irradiazione a maglie strette con risoluzione pari a 14 mm
  • Implementabile in applicazioni fino a PL d/SIL CL 2 e/o PL e/SIL CL 3
  • Conformità e certificazione secondo EN IEC 61508 e EN IEC 614961/-2
  • Barriera fotoelettrica di sicurezza PSENopt II tipo 3: soluzione efficiente per applicazioni fino a PL d, con certificato UL
  • Flessibilità elevata nel posizionamento sulla macchina grazie alla codifica integrata
  • Assenza di zone morte: impiego flessibile con livello di sicurezza elevato
  • Barriera fotoelettrica di sicurezza PSENopt II con resistenza agli urti pari a 50 g per la protezione contro urti, collisioni e vibrazioni

Protezione dei punti di accesso direttamente nella posizione pericolosa

Con i modelli Pilz delle barriere fotoelettriche di sicurezza PSENopt e PSENopt II èpossibile mettere in sicurezza in modo ottimale le applicazioni di protezione dito. I dispositivi possono essere posizionati con la minore distanza possibile dalla posizione pericolosa. Il montaggio delle barriere fotoelettriche di sicurezza e anche la messa in servizio sono rapidi e semplici, l’ideale per macchine con zone di intervento aperte, come ad esempio le macchine SMD pick and place o i centri di lavorazione come le macchine fresatrici o i torni.

Imballare nel settore Beverage – Sicurezza ed efficienza grazie alla barriera fotoelettrica PSENopt II, robusta e resistente
– Requisito elevato per resistenza e robustezza a causa delle vibrazioni durante il processo di imbottigliamento
– Punto di accesso direttamente nella zona pericolosa: Applicazione diretta nel punto pericoloso con conseguente processo di produzione senza problemi
– Produttività incrementata grazie al numero ridotto di perdite di produzione

Affinamento di superfici metalliche – Sicurezza a livello produttivo ed ergonomico con PSENopt II
– Attivazione della barriera fotoelettrica di sicurezza in fase di apertura dei ripari
– Possibilità di carico e scarico manuali di pezzi in lavorazione senza limitazioni
– Installazione e integrazioni semplici nella macchina

Tag:

Articoli correlati