Comev Urano, tornio parallelo CNC maneggevole e veloce

Condividi

Il tornio parallelo CNC Urano fa parte della famiglia di macchine EVO-line progettate e prodotte da Comev. Questa gamma identifica in particolare i torni CNC del costruttore che si differenziano tra loro per le taglie dei pezzi lavorabili.

Il tratto distintivo dei torni EVO-line è il CNC nato dalla collaborazione di oltre 25 anni tra Comev e Delectron, che ha dato vita a un software a misura di operatore, contraddistinto dall’estrema semplicità di programmazione e in costante evoluzione per adattarsi alle esigenze degli utilizzatori.

Modello dalle dimensioni maggiori tra i torni presenti nella gamma EVO-line, Urano si caratterizza per la potenza e la velocità. Utilizzato per la lavorazione di pezzi di dimensione e peso notevoli, è una macchina molto accessibile e maneggevole nonostante le sue grandi dimensioni, grazie alla configurazione studiata per rispondere alle esigenze degli operatori.

Qualità senza compromessi

Costruito con cura e componenti di prima scelta, il tornio parallelo CNC Urano è indicato nella produzione che va dal pezzo singolo alla prototipazione e nella piccola e media serie. Con la sua ampia dotazione di accessori, di serie e opzionali, si presta inoltre a personalizzazioni anche evolute.

Macchina massiccia con 5 guide di scorrimento, nasce per lavorazioni gravose su forgiati o materiali particolarmente impegnativi. La testa è una fusione monoblocco estremamente rigida, dove si trova il mandrino montato su cuscinetti di altissima precisione; l’albero mandrino cementato e temprato, rettificato, lubrificato a olio con apposita pompa e sensore di flusso, è alloggiato in una fusione termicamente stabile. Gli assi X e Z, dotati di viti a ricircolo di sfere rettificate ISO 5 precaricate a gioco 0 e montate su cuscinetti di precisione, hanno i relativi motori in asse alle viti stesse per garantire alta dinamica e rigidità. Il gruppo carri ben dimensionato risulta rigido e stabile nelle varie lavorazioni e l’asse X, opportunamente dimensionato, consente la lavorazione del diametro ammesso sul banco anche con torrette a disco ad asse orizzontale. La configurazione delle guide permette il passaggio del carro su tutta la lunghezza macchina e l’alloggiamento indipendente delle lunette. Il banco subisce un trattamento di stagionatura naturale prima di essere lavorato ed è temprato sulle guide superiori e inferiori per una lunga durata; fusione monolitica con appoggio totale a terra, risulta notevolmente rigido garantendo lavorazioni pesanti senza vibrazioni.

La carenatura è completamente chiusa per garantire il contenimento di sfridi e refrigerante ed è stata progettata per un facile carico-scarico e attrezzamento, oltre che per assicurare la sicurezza dell’operatore. Comev garantisce i più elevati standard di sicurezza delle proprie macchine con Dual Channel Safety System e Speed Manager integrati con PLC di sicurezza.

di Carla Casartelli

Articoli correlati

Comune ma non banale: il caso della foratura

Geometria, materiale, qualità superficiale, precisione, cadenza produttiva… quante attenzioni dietro un “semplice” foro. Fori piccoli. Fori grandi. Fori ciechi. Fori