Parker presenta la gamma di motori NX8xHM come soluzione economica e facile da implementare per pompe elettroidrauliche a bassa tensione

Condividi

Parker Hannifin, leader mondiale nel settore delle tecnologie di movimentazione e controllo, presenta l’aggiunta più recente alla sua gamma di motori mobili ad alte prestazioni: la serie a bassa tensione NX8xHM. Il nuovo motore a magneti interni permanenti CA (PMAC) offre una soluzione economica sia per veicoli su strada che fuoristrada ed è la scelta ideale per le pompe elettroidrauliche utilizzate dai veicoli per l’edilizia a 48 VCC, come i miniescavatori. I motori sono adatti anche per applicazioni per lo sterzo di camion su autostrada e ausiliari.

La facilità di implementazione è uno dei principali vantaggi della serie di motori NX8xHM, disponibili per tensioni di batteria da 24 VCC a 96 VCC. La presenza di quattro fori filettati su tutti i lati offre un’interfaccia semplice di montaggio meccanico. Inoltre, il motore è pronto per essere montato tramite l’interfaccia SAE A diretta per il montaggio della pompa (ISO 3019/2 opzionale), mentre le alette facilitano il collegamento dei cavi di alimentazione. Il risultato è un’installazione senza problemi che riduce al minimo sia i costi che i tempi di consegna del progetto.

Sebbene sia progettato per il raffreddamento a convezione naturale a temperature d’esercizio ambiente comprese tra -40 e +85 °C, è possibile aumentare le prestazioni della coppia e della potenza del motore semplicemente aggiungendo piastre fredde ai suoi lati. Un sensore termico PT1000 garantisce un controllo altamente affidabile della temperatura interna, mentre uno sfiato a membrana serve a ridurre al minimo la condensa interna.

È importante sottolineare che il grado di protezione di ingresso IP67 del motore e la sua capacità di funzionare immerso nell’olio garantiscono un funzionamento sicuro e silenzioso.

In termini di precisione e ripetibilità, il feedback di velocità Sin/Cos abbina la direzione dell’encoder alla direzione del motore NX8xHM. In questo caso, l’emissione di tensioni analogiche di forma sinusoidale consente l’interpolazione del segnale per ottenere una risoluzione di feedback più elevata, il che rappresenta un vantaggio sia per i cicli di velocità che per quelli di feedback.

Rispetto alle soluzioni esistenti, il nuovo NX8xHM è conveniente e semplice da implementare grazie alle opzioni di montaggio e al raffreddamento a convezione naturale”, ha affermato Bruno Jouffrey, Mobile Market Manager, EMPD Division, Parker Hannifin. “Inoltre, il suo design solido, basato sulla nostra comprovata esperienza con la serie GVM [Global Vehicle Motor] consente agli utenti dei nuovi motori di poter contare su un articolo duratura e affidabile: si tratta di qualità indispensabili nel mercato delle macchine idrauliche mobili. In combinazione con il GVI [Global Vehicle Inverter] ad alta tensione abbinato, NX8xHM offre un modo semplice per elettrificare le pompe idrauliche in applicazioni a bassa tensione e bassa potenza. Questa soluzione potrebbe rappresentare il primo passo verso l’elettrificazione completa dei veicoli”.

La gamma di motori modulari NX8xHM è disponibile in tre diverse lunghezze per una coppia nominale fino a 61 Nm, con un massimo di 10 avvolgimenti per lunghezza, per un’efficienza ottimizzata che adatta la velocità alla tensione della batteria. La gamma include in totale nove motori standard con velocità fino a 5.000 giri/min e potenza nominale fino a 10,4 kW. Se nessuno dei modelli soddisfa esattamente i requisiti, sono disponibili altre prestazioni del motore su richiesta.

Articoli correlati

Parker si impegna per la sostenibilità

Parker Hannifin ha pubblicato di recente il Report sulla sostenibilità 2020. Parker ha anche stabilito una serie di obiettivi per garantire