Taglio laser di schiume metalliche

Taglio laser schiume metalliche
Taglio laser di schiume metalliche di alluminio (a sinistra) e di acciaio (a destra). Cortesia Fraunhofer.

Le schiume metalliche, in virtù delle loro proprietà, sono tra i materiali con i più ampi margini di sviluppo in luce anche alle nuove tendenze del lightweight design. Uno degli ostacoli alla loro piena adozione è data dalla difficoltà a processarle; una ricerca del Fraunhofer Institute individua nel taglio laser la tecnologia ideale per la loro lavorazione.

Schiume metalliche: ottimi vantaggi ma lavorazione complicata

Le schiume metalliche sono il materiale ideale per rispettare le nuove tendenze imposte dal lightweight design; esse combinano infatti un peso estremamente contenuto e un’elevata stabilità, vantano un elevato rapporto superficie-volume e ottime proprietà di assorbimento di energia e suono. Le schiume metalliche sono già state impiegate in diversi settori industriali quali ad esempio batterie elettriche, scambiatori di calore e sistemi di filtrazione. Attualmente, una delle maggiori sfide tecnologiche, consiste nel trovare un metodo per tagliare efficientemente tali schiume in forme definite.
I ricercatori del Fraunhofer IWS hanno affrontato questa sfida con un discreto successo, raggiungendo risultati impressionanti in termini di velocità e qualità nel taglio benché operando su materiali porosi.«Raggiungendo velocità di taglio di 300 m/min nel taglio di sagome con uno spessore di 20 mm – rileva capoprogetto Robert Baumann abbiamo stabilito nuovi standard nel taglio di schiume metalliche. Le tolleranze raggiute ± 30 μm sono le migliori disponibili in tutto il mondo; tali risultati rendono possibile creare geometrie complesse con spessori di parete di poche centinaia di micrometri».

Buone notizie dal taglio laser

Per la ricerca il team del Fraunhofer ha impiegato le più recenti sorgenti laser con diverse lunghezze d’onda, potenza e qualità del raggio; il taglio laser-remoto consente di combinare il processo di taglio ad alta efficienza con una qualità estremamente elevata operando anche su materiali compositi. L’obiettivo attuale è sviluppare un processo automatizzato per rifinire il bordo di taglio dei fori su materiali plastici rinforzati con fibre al fine di evitare la corrosione e per ridurre l’impatto degli agenti atmosferici. «I risultati ottenuti nei prototipi sono di straordinaria qualità – afferma Michael Rose, esperto dell’IWS di taglio laser su materie plastiche – siamo convinti che questi risultati, in un prossimo futuro, troveranno larga applicazione nel mondo industriale».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here