Viti in alluminio formate a freddo

Viti in alluminio formate a freddo Eichenberger: da un semplice componente a innumerevoli possibilità applicative.

Con l’automazione e la miniaturizzazione, i componenti meccanici devono continuamente rispondere a nuovi requisiti tecnici. Un meccanismo a vite è fondamentalmente un componente costruttivo semplice. Tuttavia, se risponde ai requisiti più elevati di qualità e dimensionali ed è realizzato in alluminio, esso apre eccezionali possibilità applicative. Fra l’altro, l’alluminio ha una densità estremamente bassa ed è quindi molto leggero. All’aperto, l’alluminio bianco si riveste con uno strato di ossido e diventa quindi resistente alla corrosione. Questa autopassivazione e il suo peso leggero unito alla stabilità, all’elevata lavorabilità e alle proprietà non magnetiche hanno portato l’alluminio a guadagnare importanza in un numero di applicazioni in costante crescita.

Attenta selezione del materiale

Eichenberger Gewinde produce viti in alluminio a filetto tondo o a ellisse elevata. Ciò che sembra così semplice è in effetti un grosso passo avanti che è possibile solo quando ricerca, sviluppo, produzione e controllo qualità lavorano insieme.

Eichenberger ha dovuto affrontare due ostacoli: come tutti i materiali metallici, l’alluminio può essere indurito tramite leghe. Ogni elemento di lega, anche in piccole quantità, ha effetti sulla resistenza a trazione. Non è stato quindi facile ottenere i valori perfetti. Inoltre, benché l’alluminio sia caratterizzato dalla sua buona lavorabilità, esso richiede molta attenzione durante la formatura a freddo del filetto, perché si scaglia facilmente durante la laminazione. Non solo è richiesta esperienza nell’attenta selezione del materiale di lega più adatto, ma anche la geometria e il posizionamento dell’utensile di formatura sono critici per ottenere un prodotto tecnicamente perfetto e di alta qualità.

Alluminio, tre volte più leggero dell’acciaio

In un contesto economico nel quale le risorse stanno diventando sempre più scarse e il loro consumo è in costante aumento, si può prevedere che la domanda di materiali metallici per costruzioni leggere continuerà a crescere. Con 2,7 kg/dm³, l’alluminio pesa tre volte meno dell’acciaio convenzionale. Questa riduzione di peso permette di diminuire il consumo di carburante e di ottenere un intervallo più lungo. In breve, l’alluminio permette di ottenere soluzioni di azionamento efficienti sul piano energetico e anche una maggiore redditività. Con materiali perfettamente combinati e un rivestimento adatto, unire una vite in alluminio con un dado in plastica garantisce in alcune applicazioni anche il funzionamento senza lubrificante (funzionamento a secco). Inoltre, la combinazione di una vite in alluminio e un dado in plastica presenta un’elevata resistenza all’abrasione, un basso coefficiente di attrito ed è totalmente esente da manutenzione. Con un trattamento superficiale addizionale, l’attrito e l’efficienza possono anche essere ulteriormente ottimizzati per rispondere alle specifiche esigenze del cliente.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here