Zayer, la nuova fresatrice a portale Ares 5000 in anteprima a EMO Milano

In questa nuova edizione di EMO Milano, Zayer (www.zayer.com) presenterà ufficialmente un nuovo modello di fresatrice a portale con tavola mobile: la Ares 5000. L’unicità di questa macchina consiste nella traversa dotata di movimento separato e gestito autonomamente rispetto al tradizionale asse Z. Questa macchina è stata progettata espressamente per servire tutti quei settori dove sono richieste estrema precisione, flessibilità e rigidità.

Ares 5000 nel dettaglio

L’unità, costruita interamente in ghisa come tutta la gamma di centri Zayer, prevede come standard l’innovazione del movimento della traversa come asse aggiuntivo W. Questa particolarità consente di lavorare pezzi di altezza ridotta senza fare uso di grandi corse dello slittone, con conseguente maggiore rigidità nella lavorazione e una maggiore dinamicità data dalla possibilità di lavorare più vicino al pezzo e in migliori condizioni operative. D’altra parte, la corsa sdoppiata in verticale conferisce una maggiore flessibilità potendo combinare la corsa della traversa di 900 mm con una corsa dello slittone di 1200 mm. Una soluzione che permette una maggiore capacità di asportazione rispetto alle soluzioni tradizionali.

La struttura in ghisa, termicamente stabile e simmetrica, incorpora la tecnologia ZayerThermal Advanced Stability” che garantisce una precisione ancora maggiore.

Il modello presentato ha il cambio testa automatico e una testa automatica 45º da 360.000 posizioni, che rappresenta indubbiamente un elemento di netta distinzione rispetto alla concorrenza. È da sottolineare come Zayer abbia presentato e brevettato questa testa automatica già nel lontano 1994, dando prova di una tecnologia proprietaria nettamente avanzata; da quell’anno la sua evoluzione è stata continua e costante, sino a farla diventare un punto di riferimento per il mercato.

L’ergonomia è stata uno degli elementi che il costruttore ha preso maggiormente in considerazione, e quest’attenzione ha conferito alla macchina un design eccezionale che, oltre alla piacevolezza visiva, offre all’operatore una maggiore visibilità dell’area di lavoro, grazie alla comoda posizione del pannello operatore (regolabile), alla carenatura appositamente studiata e alla possibilità di incorporare telecamere sotto la traversa.

Il controllo installato sulla nuova Ares sarà un Mitsubishi M8 di ultima generazione. Anche questa è un’importante novità per il settore delle macchine di taglia XXL, dovuta alla collaborazione tra le case madri e, anche, tra le filiali nazionali che potranno garantire un’assistenza diretta di alto profilo sul territorio. Prima di essere presentata in fiera, questa macchina è stata ben collaudata, notizia che farà felici gli utilizzatori abituali del software, finalmente disponibile anche sulla linea Zayer.

Per scoprire tutte le peculiarità e vedere dal vivo la nuova Ares, l’appuntamento è in EMO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here