AGE, sinergie vincenti per tecnologie galvaniche

AGE
Vista impianto di decapaggio e fosfatazione tubi.

Dopo essersi affermata nella commercializzazione di apparecchiature elettrotecniche per l’industria galvanica, AGE continua ad ampliare il proprio portafoglio prodotti e servizi, creando sinergie e attraverso acquisizioni mirate. Come nel caso di Vega Srl, entrata a far parte del gruppo per la progettazione e la realizzazione impianti industriali per il trattamento superficiale e impianti di trattamento aria e acqua.

Da circa un decennio AGE commercializza prodotti e apparecchiature elettrotecniche per l’industria, con particolare attenzione nel settore della galvanica e del trattamento superficiale.

Un ampio portfolio di soluzioni e una trasversale competenza ulteriormente arricchitasi poco meno di cinque anni fa grazie alla Vega Srl, la cui acquisizione ha permesso di offrire, oltre che alla fornitura dei componenti, anche un importante supporto sia nella scelta tecnica dei componenti stessi, sia nella progettazione e realizzazione di impianti per il trattamento superficiale, impianti di trattamento aria e acque.

A parlarcene è Piero Arioli, responsabile commerciale e project manager del Gruppo AGE.

Qual è il core business di Vega Srl, cosa è in grado di offrire in termini di prodotti/servizi e quali sono i mercati di riferimento?

Parte del Gruppo AGE dal 2018, Vega Srl si occupa della progettazione e della realizzazione di impianti industriali per il trattamento superficiale, settore galvanica e trattamenti superficiali in genere, e di impianti di trattamento aria e acqua.

AGE
Dettaglio pannello operatore per supervisione impianto.

Oltre alla progettazione, l’azienda si occupa di revamping, ossia dell’ammodernamento e dell’efficientamento produttivo degli impianti esistenti.

Si occupa inoltre della manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti, con particolare focalizzazione per gli esigenti e stimolanti settori dell’aerospace, militare e difesa, nonché il settore farmaceutico e oil&gas.

Collabora strettamente e attivamente con AGE anche per la fornitura di componenti, studiando soluzioni innovative, volte a rendere più efficiente l’impianto, scegliendo i componenti più idonei a seconda della specifica esigenza e dei requisiti tecnici e tecnologici da soddisfare.

Qual è la vision dell’azienda e quali le prospettive future?

La nostra vision – commenta Arioli – è sicuramente quella di continuare a crescere, con l’obiettivo di diventare sempre più un punto di riferimento per processi e trattamenti “speciali” o “costosi”.

Mi riferisco, per esempio, a quelli dove sia necessario rendere il supporto più resistente, oppure dove si utilizzino riporti di materiali nobili come possono essere l’oro, il palladio, il rutenio e così via.

In questi casi l’efficientamento produttivo, ma soprattutto l’uniformità della deposizione, risulta essere anche una prerogativa molto importante perché, oltre a un aspetto qualitativo, si traduce in un enorme vantaggio sotto il profilo economico.

Come si posiziona Vega nel proprio ambito di specializzazione e come si differenzia sul mercato?

Vega è una società giovane, ma il reparto tecnico può vantare una pregressa esperienza ed è molto competente.

La scelta strategica è stata quella di mantenere molto snella la struttura dell’azienda, stringendo negli anni numerose partnership e collaborazioni con una serie di sub-fornitori qualificati, che noi consideriamo veri e propri partner, assicurando alla nostra organizzazione grande reattività sia nella fase di studio e preventivazione, sia nella fase di esecuzione e installazione.

AGE
Esempio di collettore aspirazione con serrande motorizzate.

Un valore aggiunto al quale si aggiunge, proprio in forza della struttura molto snella, un’elevata competitività in riferimento al rapporto qualità-prezzo.

Prerogative che fanno propendere il nostro orientamento nella capacità di soddisfare le esigenze di un target di clientela anche medio-alta.

Lo scarso “storico” e la giovane età della società e del comparto tecnico non sono un punto a sfavore, anzi, spesso si traducono in una mentalità vincente, fortemente proiettata alla novità, alla sperimentazione, ovviamente in accordo con il cliente stesso, per l’introduzione di nuove tecnologie o comunque per l’utilizzo di quanto di più moderno sia reperibile sul mercato.

Spesso il nostro cliente diventa anch’egli parte della squadra nello sviluppo di nuovi progetti.

Ha un caso di successo da raccontare, attraverso il quale possa emergere ancora di più il valore aggiunto di Vega all’interno della “economia operativa” di AGE?

Considerando l’acquisizione a fine 2018, un successo immediato l’anno successivo è stato quello di ricevere l’incarico per progettare, installare e collaudare un impianto di decapaggio e fosfatazione tubi con vasche da 9000 litri per un nuovo sito produttivo di un importante cliente della provincia di Mantova, azienda leader nel proprio settore.

La particolarità di questo impianto, oltre ad avere completamente soddisfatto e superato le aspettative del nostro cliente in termini di lotto produttivo, risiede nell’essere praticamente tutto automatizzato.

AGE
Esempio di ammodernamento e revamping di una piccola linea sperimentale.

È stato pensato, progettato e realizzato per essere gestito da un solo operatore cui è demandata la funzione di supervisione del processo, anche se è possibile un impiego in totale sicurezza addirittura senza presidio.

Si è trattato di un progetto per noi molto importante e sfidante, che ha portato grande soddisfazione al nostro interno, a conferma della bontà delle competenze che siamo in grado di mettere in campo al servizio del mercato.

A questo proposito abbiamo attivi diversi rapporti operativi con importanti società multinazionali nel settore della fornitura di chimica industriale, con le quali collaboriamo sia dal punto di vista ingegneristico, sia sulla fornitura che nella manutenzione di impianti e/o progetti di ricerca e sviluppo per la realizzazione di impianti pilota sempre nel settore del trattamento superficiale.

L’unione fa la forza

Nata come realtà commerciale, AGE ha saputo consolidare nel tempo le proprie competenze e la propria presenza sul mercato associando all’attività di distribuzione di soluzioni galvanotecniche, anche un apprezzato e qualificato servizio di supporto e di consulenza legata all’innovazione.

La “mission” perseguita è sempre stata quella di proporsi non come semplice fornitore ma, grazie anche a una struttura snella e dinamica, come un vero e proprio partner al quale rivolgersi per sviluppare applicazioni ad hoc.

Vocazione, questa, che ha permesso all’azienda il costante ampliamento del portfolio prodotti, attraverso l’integrazione di alcuni produttori tra i più importanti brand a livello europeo di attrezzature tecnologicamente all’avanguardia, qualitativamente affidabili e in grado di fornire elevate prestazioni.

Piero Arioli, responsabile commerciale del gruppo AGE.

In ottica di continua crescita, AGE acquisisce nel 2018 le quote della controllata Vega Srl, azienda che si occupa di progettazione e realizzazione di impianti industriali per il trattamento superficiale, impianti di trattamento aria e acqua, revamping ed efficientamento produttivo, incrementando competenze e know-how.

Oggi la stessa AGE svolge la propria attività raggruppando sinergicamente al proprio interno tre specifiche divisioni operative, ovvero Sanigreen, Nanotecnologie e Spider.

Sanigreen si occupa dal 2017 della distribuzione di prodotti e dispositivi per la sanificazione di ambienti e superfici, efficaci e sfruttabili anche e soprattutto in continuo e in presenza di operatori.

La divisione Nanotecnologie si occupa dal 2019 di analizzare le singole applicazioni e individuare la miglior soluzione nel panorama delle molte opzioni disponibili sul mercato, con svariati campi di applicazione (da rivestimenti protettivi antiacido e anti-ossidazione per supporti metallici o pietra naturale, ai riporti per migliorare la resistenza al graffio e la durezza superficiale, o ancora rivestimenti per facilitare la pulizia e/o il trattamento delle superfici).

Spider nasce invece nel 2021, a seguito dell’acquisizione da parte di AGE di un brevetto industriale italiano per la realizzazione di barriere fotoelettriche di sicurezza con tecnologia a raggi incrociati, recinti di protezione.

Completano il portafoglio prodotti i recinti perimetrali immateriali, centraline di controllo, sistemi Muting, barriere di rilevazione presenza, controllo e infine conteggio.