Jongen, parlando di frese

L’obiettivo è massimizzare produttività ed efficienza. Come? La risposta può sembrare banale: con la qualità e un servizio accurato.

La risposta alla crisi nel campo degli utensili

Lo scenario è quello di un panorama economico generale che ancora risente dell’ultimo complicato decennio, ma il settore della produzione meccanica, ricco di eccellenze tecniche e comunque elemento fondante dell’economia italiana, ha saputo reagire e rigenerarsi, consapevole che la chiusura al nuovo può diventare fatale, in particolare per le piccole e medie aziende.

Nell’ultimo decennio ha subito una svolta anche il rapporto fra cliente e fornitore, che si basa sul valore aggiunto che un prodotto può garantire: per le realtà industriali il valore aggiunto desiderato è l’aumento di produttività, elemento basilare a cui tendono le officine, indipendentemente dalla dimensione. Al miglioramento della produttività e, più in generale, dell’efficienza sono chiamati a dar risposta tutti i player del settore, inclusi i tool maker, che chiedono all’R&D di sviluppare geometrie e materiali, sia gradi del metallo duro che rivestimenti, che garantiscono un miglioramento delle performance.

In questo scenario si muove Jongen Italia, il cui team tecnico-commerciale, collaborando in maniera fattiva con il cliente, cerca e propone, anche sottoforma di prova gratuita, frese e attrezzature studiate per un miglioramento produttivo. La prova di un utensile può sembrare solo una sorta di trovata commerciale, ma in realtà viene sempre più vista come una forma di tutela: viene fatto l’acquisto solo se il riscontro soddisfa le aspettative. Questo approccio ha significato perché lo staff tecnico-commerciale di Jongen Italia ha un pregresso importante sulle macchine utensili che permette di individuare in modo scrupoloso le specifiche esigenze del cliente, orientandolo onestamente nella scelta del miglior rapporto costo/beneficio dell’utensile e accompagnandolo con un servizio post vendita volto a garantire la soddisfazione legata alla redditività dell’articolo stesso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here