Credit Zhenzhen Yang/UT

Ridurre le emissioni industriali di carbonio producendo materiali a membrana. Questa la scoperta dei ricercatori del Dipartimento di Energia dell’Oak Ridge National Laboratory e dell’Università del Tennessee, con sede a Knoxville, che hanno sviluppato un metodo in grado di superare gli attuali ostacoli in termini di selettività e permeabilità, variabili chiave che influenzano le prestazioni di cattura del carbonio in ambienti reali.

“Spesso bisogna attuare un compromesso su quanto le membrane possano essere selettive o permeabili per filtrare l’anidride carbonica senza consentire il passaggio di altri gas. Lo scenario ideale è quello di creare materiali con alta permeabilità e selettività” Zhenzhen Yang, ricercatore.

Le membrane di gas sono una tecnologia promettente, ma ancora in via di sviluppo per ridurre le emissioni post combustione o dei gas di combustione prodotte da industrie alimentate a combustibili fossili.

Ridurre le emissioni industriali, in cosa consiste il progetto?

Il concetto è semplice: una membrana sottile e porosa funge da filtro per le miscele di gas di scarico, permettendo selettivamente all’anidride carbonica di fluire liberamente in un collettore che viene mantenuto a pressione ridotta, ma impedendo all’ossigeno, all’azoto e ad altri gas di seguirla.

A differenza dei metodi chimici esistenti per catturare CO₂ nei processi industriali, le membrane sono facili da installare e possono funzionare incustodite per lunghi periodi senza passaggi o costi energetici aggiuntivi. Il problema è che per ampliare la tecnologia per l’adozione commerciale sono necessari materiali nuovi ed economici.

I ricercatori hanno testato il fluoro, perché risulta adatto alle applicazioni di cattura del carbonio ed è ampiamente disponibile. Il materiale ha avuto eccezionali prestazioni, con alti tassi di selettività e permeabilità.

Ora i ricercatori mirano a studiare il meccanismo attraverso il quale le membrane fluorurate assorbono e trasportano CO₂, un passo fondamentale che contribuirà alla progettazione di migliori sistemi di cattura del carbonio con materiali appositamente studiati per sequestrare le emissioni di CO₂.

Leggi l’articolo originale

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here