La manutenzione predittiva al centro di un convegno Duplomatic

Si è recentemente svolto un convegno Duplomatic sulla manutenzione predittiva. Organizzato presso la sede della BU Hydraulic Systems, l’evento è stato seguito da un pubblico costituito da ingegneri e responsabili della produzione e di processo.

È stato un pomeriggio dalla doppia formula, convegno e open house, dedicato ad approfondire temi importanti e di attualità: lo sviluppo di sistemi intelligenti gestibili da remoto secondo il paradigma dell’Industria 4.0. La relazione di Marco Macchi, docente di Industrial Technologies al Politecnico di Milano, ha avviato la parte tecnica dei lavori, introducendo il tema dell’intelligenza artificiale applicata alla manutenzione predittiva su impianti industriali, oltre alla servitizzazione, come cambiamento dei modelli di business. L’evento ha dato, quindi, spazio a esperienze e realizzazioni di Duplomatic in questi ambiti. Massimo Ripamonti, direttore tecnico della BU Hydraulic Systems, ha illustrato la centrale 4.0, in seguito  mostrata dal vivo durante il tour finale nell’area produttiva di Padova. Un sistema digitalizzato, grazie all’uso del protocollo IO-Link, è stato introdotto da Paolo Rocca, electronic department manager di Duplomatic; il sistema permette di raccogliere tutte le grandezze fisiche monitorate e di metterle in comunicazione con il PLC della macchina per l’ottimizzazione delle performance durante l’esercizio, soprattutto per la prevenzione di eventuali guasti o fermi. Principi applicati direttamente alla progettazione e manutenzione del sistema di movimento della copertura del padiglione UAE a EXPO 2020, sono stati al centro dello speech di  Carlo Vergano, sales director della BU Hydraulic Systems. Nel giorno di chiusura di Expo 2020 Dubai, è stato mostrato al pubblico il frutto di tre anni lavoro di Duplomatic: il sistema di movimentazione a 46 assi sincronizzati completamente progettato, realizzato e installato da Duplomatic sul padiglione disegnato dall’architetto Santiago Calatrava. Vergano ha presentato inoltre il sistema di acquisizione dati e le dashboard personalizzate che permettono di analizzare i dati raccolti per determinare lo “stato di salute” dell’intero impianto. Una esperienza, come ha ricordato Roberto Renzini, direttore della BU, che ha consentito a Duplomatic di sfruttare e verificare al meglio i vantaggi dell’applicazione dei principi dell’Industria 4.0 a sistemi complessi.

L’evento ha lasciato spazio anche alle domande, moderate da Alessandro Garnero, direttore editoriale delle riviste della Divisione Manufacturing di Tecniche Nuove, che ha guidato il dialogo e i relatori all’insegna della interattività e della risposta ai tanti quesiti tecnici. L’incontro si è concluso con la visita dei partecipanti al plant di Padova, guidata dagli esperti Duplomatic.