Salvagnini | A Blechexpo 2023 un ventaglio di soluzioni performanti e automatizzate

Condividi

Durante la prossima fiera Blechexpo, in programma a Stoccarda dal 7 al 10 novembre prossimi, Salvagnini metterà in mostra un ampio ventaglio di soluzioni performanti e automatizzate per il settore della lavorazione della lamiera.

Dopo aver esplorato nel dettaglio le due anteprime mondiali, il laser L5 e la nuova soluzione Impacts (CLICCA QUI per approfondire) conosciamo da vicino le altre tecnologie che andranno a completare la proposta in fiera: la piegatrice B3.AU-TO, il nuovo software NEXUS per il sorting MCU, la pannellatrice P2 e il gruppo di servizi Rethinks.

La piegatrice ideale per ogni esigenza

Cambio utensili e allestimento automatici sono i due punti di forza più evidenti di B3.AU-TO, la pressa piegatrice Salvagnini progettata combinando caratteristiche e benefici di soluzioni elettriche e idrauliche, a prescindere dalle dimensioni dei lotti, dalle geometrie da piegare e dall’esperienza degli operatori.

B3.AU-TO di Salvagnini – disponibile in quattro modelli, con lunghezza massima di piega di 3 o 4 metri e con forza massima di 170 o 220 tonnellate – è la soluzione definitiva per tutte le aziende che vogliono superare questi limiti e far fronte a un mercato dinamico, che richiede sempre più spesso lotti ridotti, produzioni in kit o pezzi singoli con lead time molto brevi. Il sistema automatico di cambio utensili AU-TO e l’allestitore automatico degli utensili ATA, che regola la lunghezza delle stazioni, riducono significativamente la fase di attrezzaggio della pressa piegatrice a vantaggio di autonomia e produttività, e consentono di ridurre il lead time.

Il sistema automatico di cambio utensili superiore e inferiore brevettato Salvagnini è la vera caratteristica distintiva di B3.AU-TO: le operazioni sono rapide e avvengono in ciclo, anche in tempo mascherato, contribuendo ad aumentare l’efficienza della pressa piegatrice. Il magazzino utensili è coperto e situato all’interno della parte posteriore di B3. Può contenere fino a 24 metri di utensili lunghi fino a 1000 mm senza richiederne la segmentazione, e fa di questa pressa piegatrice la soluzione con il minor ingombro superficiale sul mercato.

A Blechexpo il sorting facile e flessibile con NEXUS

NEXUS è il nuovo software Salvagnini dedicato alla programmazione dei dispositivi di sorting automatico MCU, che risponde perfettamente sia alle esigenze del terzista che a quelle del produttore OEM.

NEXUS ha lo stesso design di FACE, l’interfaccia uomo-macchina Salvagnini, che lo rende semplice e facile da usare. Consente di usare tutte le funzionalità di MCU in base alle necessità d’uso, riducendo i tempi di attesa intermedi e assicurando all’automazione di sorting massima reattività. NEXUS riduce le barriere di ingresso per gli operatori: la formazione necessaria per utilizzarlo è minima, il tempo di avvio alla produzione rapido.

Come tutti i software Salvagnini, NEXUS elabora automaticamente i programmi di sorting, che l’operatore può eventualmente modificare interattivamente. Questa combinazione di elaborazione automatica e manuale è il suo secondo punto di forza. NEXUS riduce il tempo necessario all’avvio della produzione epermette al tempo stesso di sfruttare al massimo le funzionalità di MCU, perché il software può elaborare anche interi job e sfrutta avanzati algoritmi proprietari che ottimizzano prese e movimenti, minimizzando il tempo dedicato al sorting.

La pannellatrice P2, soluzione perfetta per produzioni in kit o a lotto unitario

P2 è senza dubbio uno dei modelli di pannellatrice Salvagnini di maggior successo. Produttività, flessibilità, precisione, elevato contenuto tecnologico, consumi energetici ridotti e layout compatto sono le caratteristiche che l’hanno sempre resa particolarmente attraente.

La P2-2120 che Salvagnini presenta a Blechexpo combina nativamente produttività, grazie a cicli automatici di piegatura e manipolazione realizza mediamente 17 pieghe al minuto, e flessibilità, grazie agli utensili di piega universali. Non richiede riattrezzaggi perché lama superiore e inferiore, controlama e premilamiera sono utensili universali in grado di processare tutto il range di spessori e materiali lavorabili. Il premilamiera automatico ABA adatta la lunghezza dell’utensile in funzione delle dimensioni del pezzo da produrre, in ciclo, senza fermi macchina o riattrezzaggi manuali. P2 è davvero una soluzione perfetta per produzioni in kit o a lotto unitario.

blechexpo

P2 offre la garanzia di una produzione zero scarti adattandosi in modo totalmente automatico al variare delle caratteristiche meccaniche e geometriche della lamiera in lavorazione, oltre che a quelle dell’ambiente esterno. La sua sensoristica evoluta misura lo spessore reale e le dimensioni effettive del pezzo da lavorare, rilevando eventuali deformazioni legate alla variazione della temperatura. MAC3.0 le permette di adattarsi al materiale in lavorazione misurandone in tempo reale la resistenza alla trazione.

La P2-2120 esposta a Blechexpo è solo uno dei 13 modelli di pannellatrice nel portafoglio Salvagnini, diversi per lunghezza massima di piegatura, altezza massima di piegatura e automazione. Salvagnini, forte di oltre 4.000 installazioni in 79 paesi, accompagna ogni cliente con un attento studio di fattibilità che permette di scegliere il modello più adeguato e di personalizzare la configurazione per rispondere al meglio alle sue specifiche esigenze produttive.

Rivoluzionare la produzione con Rethinks

A Blechexpo Salvagnini dà particolare spazio a Rethinks, un gruppo di servizi che aiutano i clienti a ripensare la propria produzione per ottenere il massimo dai propri impianti produttivi.

Rethinks significa ripensare, riprogettare, e mette la conoscenza e la competenza degli specialisti Salvagnini a disposizione dei clienti, per sfruttare al massimo il potenziale dei loro sistemi.

blechexpo

Di Rethinks fanno parte servizi diversi. Il primo servizio è un corso di design dedicato ai progettisti, ai quali conferisce competenze avanzate.

Il secondo invece è un servizio di supporto alla progettazione. Si tratta di un vero e proprio supporto esperto nelle fasi operative di progettazione dei componenti che individua, caso per caso, le migliori soluzioni per garantire la riduzione degli sprechi e l’ottimizzazione dell’intero processo produttivo, anche a monte e a valle delle tecnologie Salvagnini.

Articoli correlati

Crescita aziendale: ok, ma come?

Tutte le aziende desiderano crescere ed esistono molti metodi per raggiungere questo obiettivo. Per selezionare il più valido può essere